"Ama e fa' ciò che vuoi".

S. Agostino

giovedì 6 marzo 2014

Ebbene sì





[fonte foto: web]

Ho comprato un libro di ricette. 
Io, regina incontrastata della pasta al pomodoro - variazioni sul tema, io che so a malapena accendere i fornelli di casa mia, ebbene signori, io ieri ho comprato il mio primo libro di ricette. Insomma, sono entrata in libreria e tra Antonelle Clerici, Carli Cracchi, Cotti e Mangiati, Anne Moroni, zie, nonne e regioni non sapevo quale libro sarebbe stato Il Libro. Fino a che non mi è capitato tra le mani Mettiamoci a cucinare di Benedetta Parodi e ho scelto il suo così, d'istinto. Ora, io so come si scelgono i romanzi, mica i libri di ricette! Comunque ci sono un sacco di foto, è diviso in tre livelli di difficoltà, vengono svelati dei trucchetti furbi, prima di spiegare la ricetta se ne racconta qualche aneddoto... confesso che gli aneddoti sono stati un grosso punto a suo favore. L'ho sfogliato tutto e sono stragasata! Nell'ordine dell'universo questo evento è paragonabile alla morte di una formica, ma nella mia esistenza è una tacca rossa, un punto di non ritorno, una svolta epocale. 
Ho deciso di darmi una scossa, di avventurarmi in un ambiente totalmente estraneo ed ostile - la cucina, appunto - e imparare qualcosa di nuovo. L'idea è quella di cucinare seguendo Benedetta almeno una volta a settimana e appuntare sensazioni e risultati dell'esperimento. Non so come andrà, intanto ci provo... chissà che non scopra un talento nascosto! 

2 commenti:

  1. Quanta bella vivacità in questo inizio!!!
    E ogni tanto una svolta epocale non guasta!!!

    RispondiElimina