"Ama e fa' ciò che vuoi".

S. Agostino

venerdì 28 ottobre 2011

Bella Donna


Bella Donna,
sono davanti a questo foglio bianco con tantissime cose da dirti ma nessuna buona idea per metterle in ordine. Se sono qui, però, è perchè almeno qualche passo, con te, l'ho fatto. Non importa se quando ci muoviamo tu usi la carrozzina e io le gambe, se le tue scarpe sono nuove e le mie usurate: conta ciò che ci spinge in avanti, la direzione verso cui stiamo andando, ciò che nell'andare l'una riceve dall'altra. Sono fortunata ad averti come compagna di viaggio (e per "viaggio" intendo sia quello concreto verso un luogo segnato su una cartina, sia quello del cuore), perciò voglio che tu sappia che, nonostante a volte sia difficile e in salita, con te mi sento più sicura e non mi stanco mai: se ci sei tu io non ho paura. Ringrazio il Cielo per avermi condotta vicino alla tua carrozzina un giorno di agosto di diversi anni fa; lo ringrazio perchè ho incontrato te, che oltre al tuo dolore sai portare anche il mio carico, mi rassicuri quando ho bisogno di essere rassicurata, sorridi quando ho bisogno di sole intorno. Sei un rifugio, anche se ti senti fragile. In questi anni il tuo dolore mi ha fatta crescere molto: sei un esempio, una testimonianza del fatto che non servono delle gambe per stare nel mondo, ma una testa e un cuore ben funzionanti. Mi hai insegnato, mi insegni sempre, a non mollare mai. Tu fai tanto, per tutti: ogni volta c'è la coda per venire a salutarti! Noi ti raccontiamo i nostri problemi, le nostre preoccupazioni e tu le porti tutte con te. Eppure io mi chiedo se anche noi siamo capaci di portare nel nostro zaino almeno un po' del tuo carico... no Bella Donna, non lo sappiamo fare... scusaci per questo. Perciò ti auguro di trovare lungo la strada qualcuno che sia disposto non solo a sedersi accanto a te una sera a cena (approfittando della tua vicinanza per raccontarti le sue disgrazie), ma qualcuno che sappia ascoltarti e supportarti ogni volta che ne hai bisogno. Sì. Ti auguro una persona così. Quando penso a te la mia mente corre a Lourdes. Massabielle è il cielo sotto al quale ci siamo incontrate, il punto di partenza di questo incredibile viaggio insieme. Il treno, il Gave, il profumo di incenso, le candele, i pomeriggi all'ombra degli alberi lungo il fiume... in mezzo a tutte queste cose ti ho vista contenta, Bella Donna; ti ho vista felice nonostante la fatica di un viaggio scomodo e lungo. Ti ho vista forte pur nella debolezza della sofferenza. Tu sei una persona importantissima nella mia esperienza di volontaria: mi hai vista cambiare divisa, lavorare, diventare grande tra una tanica d'acqua e una teglia di pasta al sugo. Tu mi conosci più di quanto io stessa mi conosca. Lourdes è più bella se ci sei anche tu. Ti auguro tanti momenti Laggiù, con quella tranquillità nel cuore. Tanti momenti tra coloro a cui vuoi bene. Spero che l'affetto di coloro che ami, spero che anche il mio affetto, ti aiuti a superare i momenti di sconforto e ad alleviare il dolore, che il mondo ti sorrida veramente.
Buon compleanno, Bella Donna... e cerca di pensare a te almeno per oggi!

1 commento:

  1. La tua amicizia è davvero un bene prezioso. Fortunato chi ne gode.

    RispondiElimina